In giro per Ragusa
 Cattedrale di San Giovanni Battista
 Chiesa del Collegio di Maria SS Addolorata e dell'Ecce Homo
 I palazzi ed il museo archeologico
 Chiesa di Santa Maria delle Scale
 Chiesa di Santa Lucia e Palazzo della cancelleria
 Chiesa dell'Idria e Palazzo Cosentini
 Edicole votive
 Quartiere archi e chiesa delle anime SS. del Purgatorio
 Palazzo Sortino Trono e quartiere Perrera e San Rocco
 Chiesa di San Rocco, Via Aquila Sveva e Chiesa di Santa Barbara
 Quartiere di San Paolo e chiesa di S. Paolo
 Chiesa di San Filippo Neri
 Chiesa di Santa Petronilla e palazzo Floridia
 Chiesa di Santa Maria dello Spasimo
 Porta Walter e Chiesa della Madonna del Gesł
 Chiesa del Santissimo Trovato
 Chiesa di Santa Agnese
 Palazzo La Rocca
 Circolo di conversazione
 Chiesa di San Giorgio
 Palazzo Donnafugata
 Chiesa di San Giuseppe
 Chiesa di San Antonio
 Palazzo Di Quattro, Chiesa di Santa Teresa e dell'Annunziata
 Palazzo Battaglia e Chiesa di San Francesco all'Immacolata
 Verso il Giardino Ibleo
 Portale di San Giorgio
 Il giardino ibleo
 Castello di Donnafugata

PORTA WALTER E CHIESA DELLA MADONNA DEL GESU'

Porta WalterDelle cinque porte delle mura della Ragusa medioevale l'unica che ha resistito ai secoli è Porta Walter o Vattiri : sull'origine del nome nessuno ha saputo dare spiegazioni : alta 5 metri e larga circa 3 metri presenta un arco semicircolare sovrastato da due file di grossi intagli su cui c'è una iscrizione in latino quasi del tutto illeggibile. È sicuramente uno dei resti più antichi che ci è pervenuto : fino agli inizi di questo secolo esisteva una stradina che da porta Walter scendeva nella vallata Santa Domenica per poi risalire fino al colle Rito dove ancora oggi si intravedono i resti di una antica chiesetta.

CHIESA DELLA MADONNA DEL GESU'
Chiesa della Madonna del GesùAttaccata alla Porta Walter la Chiesa di Santa Maria del Gesù risalente al 1500 : accanto al Tempio un enorme Convento costruito, con alcuni dei resti dell'antico Castello, come le colonne dei Portici del Chiostro. Il Convento, assai vasto e costruito su più piani per sopperire alla difficile posizione sul costone della montagna è in stato di totale abbandono ; una volta passato nelle mani del demanio, nel 1867, vi furono trasferite scuole e uffici pubblici.
Il tempio presenta un prospetto che si affaccia su un sagrato sottostante al piano stradale, a cui si accede attraverso una comoda scala ; il Portale, con arco semicircolare è sormontato da una scultura con ai fianchi due colonnine a tortiglione, sopra l'arco un frontone con una scultura raffigurante lo stemma dei Frati Minori Riformati, modesto il campanile sulla sinistra. All'interno la Chiesa è assai ricca di stucchi e decorazioni, nell'unica navata con sette altari non di grande pregio i quadri che raffigurano, sulla destra Sant'Antonio, la Sacra Famiglia con San Gioacchino e Sant'Anna, sulla sinistra San Francesco. Meritevole di essere ammirata la Cappella Centrale dove si può ammirare una statua della Madonna di Lourdes e due busti dei baroni Campolo, nobili che molto dedicarono alla nascita e al mantenimento della Chiesa e dell'annesso Convento, sculture che possono essere considerate opere d'arte del '600. Pregevole l'affresco sulla volta, dipinto dal ragusano Matteo Battaglia, raffigurante un grandioso tempio.

  CERCA NEL SITO   CONTATTI   INTERAGISCI

CERCA    
IN  
Via Cap. Bocchieri, 33 - 97100 Ragusa Ibla
tel: +39.(0).932.221511
fax : +39.(0).932.623476
Richiesta informazioni online
Chat IRC
Forum di discussione

REALIZZAZIONE