In giro per Ragusa
 Cattedrale di San Giovanni Battista
 Chiesa del Collegio di Maria SS Addolorata e dell'Ecce Homo
 I palazzi ed il museo archeologico
 Chiesa di Santa Maria delle Scale
 Chiesa di Santa Lucia e Palazzo della cancelleria
 Chiesa dell'Idria e Palazzo Cosentini
 Edicole votive
 Quartiere archi e chiesa delle anime SS. del Purgatorio
 Palazzo Sortino Trono e quartiere Perrera e San Rocco
 Chiesa di San Rocco, Via Aquila Sveva e Chiesa di Santa Barbara
 Quartiere di San Paolo e chiesa di S. Paolo
 Chiesa di San Filippo Neri
 Chiesa di Santa Petronilla e palazzo Floridia
 Chiesa di Santa Maria dello Spasimo
 Porta Walter e Chiesa della Madonna del Gesł
 Chiesa del Santissimo Trovato
 Chiesa di Santa Agnese
 Palazzo La Rocca
 Circolo di conversazione
 Chiesa di San Giorgio
 Palazzo Donnafugata
 Chiesa di San Giuseppe
 Chiesa di San Antonio
 Palazzo Di Quattro, Chiesa di Santa Teresa e dell'Annunziata
 Palazzo Battaglia e Chiesa di San Francesco all'Immacolata
 Verso il Giardino Ibleo
 Portale di San Giorgio
 Il giardino ibleo
 Castello di Donnafugata
QUARTIERE ARCHI

Il quartiere, così denominato perchè una volta sormontato dagli archi che sorreggevano un acquedotto, comprende una vasta zona di fondo valle, anticamente fuori le mura della città. In questa zona si insediò quella colonia di Cosentini, non gradita in città, che dopo il terremoto diede manforte ai sangiovannari per il trasferimento del nucleo abitativo sull'altipiano.
Oltre ai gioielli barocchi già esaminati, prima di visitare le Chiese minori e i quartieri adiacenti, alcuni dei quali ormai abbandonati, la giusta attenzione meritano la Chiesa delle Anime SS del Purgatorio e il Palazzo Sortino Trono.

CHIESA DELLE ANIME SS. DEL PURGATORIO

 

L'abside di sinistraIl tempio domina con la sua possente architettura la scenografica Piazza della repubblica.
Edificato nel 1658, resistette al tremendo terremoto. Si può quindi considerare una delle Chiese più antiche di Ibla, anche se il suo aspetto attuale fu dovuto alla successiva costruzione della scalinata e della cancellata che la circonda, accorgimento che, adottato per seguire la conformazione del colle, contribuì a slanciare il prospetto e a dargli più equilibrio. La facciata è suddivisa in tre ordini da colonne corinzie su alti piedistalli. Pregevole la scultura sul portale centrale, che raffigura le anime purganti fra le fiamme. Analogamente decorati i portali laterali L'interno a tre navate, separate da due fila di 6 colonne corinzie, è arricchito da stupendi altari marmorei e da preziose tele, fra cui spiccano quelle di Francesco Manno, "Le anime purganti" sull'altare maggiore e "La Madonna del Rosario" in un altare di destra. Nella Chiesa si trova il più antico organo di Ragusa, opera degli artisti Serassi di Bergamo.
Nella navata destra si possono ammirare una statua della Madonna delStatua della Madonna del Carmelo Carmelo con due Angeli, sovrastante quattro peccatori che La invocano dal Purgatorio, il Battistero con un quadro del Battesimo di Gesù, nel primo altare un quadro di Sant'Eligio, nel secondo la Madonna del Rosario del Manno ; l'abside destra è arricchita da un altare in marmo policromo e da un quadro di Santa Barbara ; nell'abside centrale quattro colonne corinzie, un altare in marmo e il quadro delle Anime del Purgatorio del Manno ; nell'abside sinistra un altare in stile barocco e un crocefisso del 1769 affiancato da statuette raffiguranti la Madonna Addolorata e San Giovanni Evangelista ; nella navata sinistra un quadro della Sacra Famiglia di Tommaso Pollaci, un quadro di Sant'Omobono e una pregevole pala secentesca con le statuine di Sant'Agata, Santa Lucia e San Rocco ; prima dell'uscita un quadro di San Cristoforo, dell'800, e una statua di San Giovanni Bosco
All'esterno dominano due motivi architettonici degni di attenzione : il minore, sulla destra, è un enorme contrafforte ad arco, forse edificato dopo il terremoto, per sostenere meglio la costruzione, che sovrasta la via Aquila Sveva. Caratteristico il campanile che è posto dietro la Chiesa, a sinistra, staccato da essa, eretto direttamente sulla roccia, forse sui resti della antica cinta muraria della città.

  CERCA NEL SITO   CONTATTI   INTERAGISCI

CERCA    
IN  
Via Cap. Bocchieri, 33 - 97100 Ragusa Ibla
tel: +39.(0).932.221511
fax : +39.(0).932.623476
Richiesta informazioni online
Chat IRC
Forum di discussione

REALIZZAZIONE